Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

I-Tal-Yah: An Island of Divine Dew. Italian Crossroads in Jewish Culture

Data:

01/11/2016


I-Tal-Yah: An Island of Divine Dew. Italian Crossroads in Jewish Culture

Una mostra per la commemorazione del 500esimo anniversario della fondazione del Ghetto di Venezia (1516)
Aperta al pubblico dal 30 agosto al 16 dicembre 2016

Inaugurazione: martedi 6 settembre, ore 17.00
The Magnes Museum - 2121 Allston Way, Berkeley

  • 500 Years from the Venice Ghetto
    John Efron, Koret Professor of Jewish History & Francesco Spagnolo, Curator of The Magnes
  • Ars Minerva: Music from 17th-Century Venice
    Céline Ricci, Soprano & Derek Tam, Harpsichord

L'iniziativa e' presentata dal Magnes Museum in collaborazione con l'Istituto Italiano di Cultura di San Francisco e con il Program for the Study of Italy dell'Universita' di Berkeley

RSVP: bit.ly/italyahopening entro il 1 settembre

www.magnes.org


Mai, prima della creazione dello stato di Israele, ebrei di cosi’ tante svariate origini hanno vissuto insieme, e in una terra cosi’ stimolante che presto in ebraico cominciarono a chiamarla i-tal-yah, o “isola della rugiada divina”.

Un incrocio di culture da varie parti del mondo, l’Italia e’ stata per due millenni un rifugio per Ebrei italiani, sefarditi e ashkenaziti, al centro della cristianita’. La simbiosi italiana-ebrea sboccio’, attraverso l’avvento dell’era moderna, nei ghetti rinascimentali, l’emancipazione del 19esimo secolo e fino al presente.

Pertanto, l’Italia ebraica e’ da una parte una capsula temporale (dove antiche particolarita’ culturali sono state adeguatamente preservate) e dall’altra un laboratorio (ove le summenzionate particolarita’ si sono adattate a condizioni di vita in continuo cambiamento).

Gli Ebrei italiani sono riusciti a conquistarsi un ruolo attraverso la tradizione, le diversita’, i conflitti religiosi, l’emancipazione, il cosmopolitanesimo e il multiculturalismo, e sempre all’interno del cuore del cristianesimo.

Tutti i musei ebrei maggiori, incluso il Magnes, includono importanti manufatti italiani. Questa mostra presenta una selezione di manoscritti, libri, oggetti di rito, tessuti, fotografie e cartoline illustrate collezionate dal Magnes nell’arco di cinque decadi, e intende investigare il significato globale della storia dell’ebraismo in Italia.

Ars Minerva:
Basata a San Francisco, ARS MINERVA e’ una organizzazione senza scopo di lucro dedicata alla musica e allo spettacolo. E’ stata fondata nel 2013 da Celine Ricci per sperimentare per soluzioni innovative attraverso le quali portare pubblico giovane e nuovo verso il mondo della musica classica.

Nel 2015 l’equipe di Ars Minerva ha prodotto il suo primo premiere mondiale della Cleopatra, un’opera composta da Daniele da Castrovillari e creata per la stagione di carnevale del 1662 che d’allora non era stata piu’ allestita. A maggio 2016 durante il secondo anno operativo, Ars Minerva ha ricreato Le Amazzoni nelle isole fortunate composto nel 1679 da Carlo Pallavicino.

La citta’ di Venezia ha svolto un ruolo importante nello sviluppo della musica. Francesco Cavalli, Antonio Caldara e Antonio Vivaldi furono tre emblematici compositori veneziani che hanno influenzato generazioni di musicisti, creando lavori di rilievo e incantando gli ascoltatori per secoli. Per questo evento Ars Minerva eseguira' tre dei loro raffinati lavori vocali fulgidi di passione.

www.arsminerva.org/

Informazioni

Data: Da Mar 1 Nov 2016 a Ven 16 Dic 2016

Orario: Alle 17:00

Organizzato da : The Magnes Museum

In collaborazione con : Istituto Italiano di Cultura

Ingresso : Libero


Luogo:

The Magnes Museum, Berkeley

1219